Alcuni link e risorse utili

Siti web e Faq



E' importantissimo avere chiaro che, quando si combatte lo spam, si è tutt'altro che soli. Si può contare sul consiglio di tante persone che fanno la stessa cosa abitualmente e su materiale reso disponibile da organizzazioni sorte con i medesimi scopi. Naturalmente ci sono anche le patacche (finti siti antispam).
Qui elenco i siti e le risorse che, tra quelli che io conosco, mi sento di definire fondamentali. Esistono moltissimi altri buoni siti antispam, decisamente troppi per poterne redigere una lista esaustiva e tenerla aggiornata. Ho quindi scelto di elencare pochissimi link, solo quelli che, rispetto alla mia esperienza, ho trovato più utili e istruttivi. In questi siti troverete comunque ottime pagine di link assai ben tenute. Il consiglio è quindi di incominciare da questi, per poi trovarne altri navigando.


Pagine personali
Siti curati da organizzazioni
Faq
Mailing List
Newsgroup
Ricerche usenet su Google


Pagine personali

Spam Links (http://spamlinks.net/ oppure http://spamlinks.port5.com/)

Vastissima raccolta di link a siti antispam. C'è veramente di tutto, dai siti contenenti guide tecniche a quelli di strumenti, blacklist, informazioni sugli spammer conosciuti, discussione delle pratiche di marketing in rete, questioni legali relative allo spam, truffe in email e molto altro. Il tutto è molto ben tenuto, presentato quasi senza commenti ma adeguatamente categorizzato sul modello delle più conosciute directory di siti. Si può certamente dire che, per qualunque necessità relativa a problemi di spam, partendo da qui certamente si può trovare il sito giusto.

OpenRBL (http://www.openrbl.org/)

Sito assai comodo per cercare se un dato un indirizzo ip risulta censito dalle principali liste di blocco. L'uso di questa funzionalità è altamente raccomandato a chiunque stia indagando su uno spam e trovi un indirizzo ip: consente di giungere molto velocemente e facilmente a conclusioni attendibili, sfruttando il lavoro che viene quotidianamente svolto dai numerosi mantenitori di blacklist. OpenRBL interroga simultaneamente alcune decine di blacklist e presenta il risultato, da cui si vede immediatamente se ci si trova di fronte ad un relay aperto, ad un proxy, ad un ip assegnato dinamicamente o ad una spamhaus conosciuta. Dalla pagina del risultato, alcuni link consentono di accedere pure ai dati whois dell'ip in esame e alla ricerca sugli archivi Google dei newsgroup rilevanti per il net-abuse.

Stop-Spam.org (http://www.stop-spam.org/)

Questo sito è tenuto da Mark Ferguson, antispammer attivo da lungo tempo. Il sito contiene alcuni tutorial di carattere tecnico, consigli per esercitare il marketing in rete in maniera corretta e varie altre informazioni. Da segnalare una deliziosa pagina che elenca le più comuni e stupide scuse addotte dagli spammer. (Attualmente il sito sembra in ristrutturazione).

Frederick (Frederi108) (http://hometown.aol.com/frederi108/)

E' la pagina personale di uno dei più attivi cacciatori di spam, frequentatore assiduo del gruppo news.admin.net-abuse.email ed esperto come pochissimi altri. Il suo sito è molto essenziale ma contiene parecchi interessanti consigli pratici.

UXN Spam Combat (http://combat.uxn.com/)

Sito curato da Steve Linford, un altro regolare di news.admin.net-abuse.email (l'unico che mi risulta conoscere l'italiano). Qui si trovano alcuni strumenti on-line per effettuare le query su whois, DNS, traceroute, eccetera. In un'altra pagina sono dati consigli tecnici per individuare la provenienza degli spam. Il grande capolavoro di Steve è comunque lo Spamhaus Project, di cui abbiamo già parlato nella pagina relativa alle liste di blocco.

Dog ate my DELETE key (http://www.lodz.pdi.net/~eristic/junkmail/index.html)

Giusto! Come si permettono di dirci che, se non vogliamo lo spam, basta premere DELETE? Si fa molto prima se è lo spammer a non premere SEND. Comunque questo sito, curato da un polacco, Marek Jedlinski, è interessante anche perché affronta il problema pure dal punto di vista europeo. Da segnalare la pagina "Despamming Resources", una rassegna formidabile di strumenti per attività antispam. Su questo sito trovate inoltre alcuni fondamentali scritti di Bill Mattocks.

Bill Mattocks è uno dei "padri fondatori" della lotta allo spam. Da alcuni suoi post su Usenet sono stati ricavati casi pratici di spam-tracking (la cui lettura è assai raccomandata), che trovate (in lingua inglese) nell'help del programma Sam Spade e, sul web, in vari siti tra cui quello di Jedlinski come detto poco sopra. Da menzionare (e soprattutto leggere) anche "An Anti-Spammers' Manifesto".


Siti curati da organizzazioni

Fight Spam on the Internet! (Abuse Net) (http://www.abuse.net/spam/)

Senza dubbio uno dei siti da cui iniziare. La Abuse Net offre un servizio gratuito di invio dei reclami ai postmaster opportuni, che gli utenti registrati possono utilizzare. Per chi preferisce fare da sè, c'è una voluminosa lista degli indirizzi tramite i quali reclamare ai principali provider (si deve scrivere ad abuse@ a postmaster@ o ad altro?). Non è più possibile, date le dimensioni che la lista ha assunto, scaricarne una copia sul disco fisso; è però disponibile in una delle pagine del sito un form tramite cui richiedere specifici elementi della lista (digitando il nome del dominio in questione); la medesima lista può essere interrogata anche tramite interfaccia whois. Chiunque acquisisse la responsabilità di gestire un mailserver è invitato a comunicare alla Abuse Net l'indirizzo o gli indirizzi sui quali intende ricevere le segnalazioni di spam. Nell'ambito della Abuse Net è allestito il sito Responsible Net Commerce (http://spam.abuse.net/). Qui si trovano spiegazioni di carattere "etico", consigli pratici sul comportamento da tenere e da non tenere, suggerimenti su come fare correttamente commercio in rete, notizie su quel che sta succedendo. Non mancano ampie trattazioni di carattere tecnico, sia per l'utente che per l'amministratore di sistema. C'è inoltre la lista dei buoni (siti e provider con policy antispam) e, una volta, c'era pure la lista dei cattivi (siti pro-spam o neutrali): purtroppo questa è stata tolta in seguito a minacce di azioni legali.

Cohalition Against Unsolicited Commercial Email (CAUCE) (http://www.cauce.org/)

E' forse l'organizzazione più conosciuta, costituita da volontari. Il suo scopo è di ottenere, nella legislazione federale USA, la messa fuori legge della e-mail commerciale non sollecitata. In particolare, esiste in USA già da tempo una legge (junk fax law) che proibisce di inviare tramite fax pubblicità non sollecitata. CAUCE cerca di ottenere l'integrazione di tale legge in modo che il divieto valga non solo quando il mezzo usato è il fax, ma anche quando è l'e-mail. Nel sito di CAUCE potete trovare informazioni su quello che sta accadendo sul fronte della legislazione USA, con resoconti degli sconcertanti appoggi di cui le potenti organizzazioni dei pubblicitari godono negli ambienti politici. Presenti anche pagine di risorse e link, con i puntatori a numerose FAQ. L'adesione alla CAUCE è possibile solo ai cittadini USA: ad essi viene richiesto di fare pressione sui propri rappresentanti al Congresso, essendo pronti a non votare più quelli che si dimostrassero insensibili al problema o non disponibili a tenere in considerazione le ragioni dell'utente-consumatore. Leggendo questo, viene istintivo pensare con amarezza alla realtà italiana, in cui un approccio del genere sarebbe improponibile.

EuroCAUCE (http://www.euro.cauce.org/)

Organizzazione europea nata con l'ispirazione e l'aiuto della CAUCE, si pone analoghi obiettivi relativamente ai paesi europei. L'azione di EuroCAUCE è quindi differente da quella di CAUCE per via delle specificità legislative (normative comunitarie e leggi nazionali) che differenziano la realtà europea. Il sito di EuroCauce, oltre a contenere molte notizie assai interessanti per noi europei, è molto ricco di materiale assai meritevole di lettura (a solo titolo di esempio, si può citare la assai ben argomentata analisi a sostegno dell'opt-in contro l'opt-out). Il sito è parzialmente tradotto anche in italiano: la relativa url è http://www.euro.cauce.org/it/.


FAQ

Comportamenti anti spam crosspost pubblicità (http://space.tin.it/internet/roghezzi/nospam.htm)

Questa FAQ, in italiano, è scritta con arguzia e tratta un buon numero di problematiche significative sugli aspetti di sicurezza e corretto comportamento in genere. Ritengo che la lettura di questa FAQ possa essere molto utile, specialmente a chi inizia a frequentare i newsgroup.
Questa FAQ viene postata periodicamente sul gruppo it.news.net-abuse.

MamoFAQ (http://www.mamofaq.usenet.eu.org/)

Si tratta di un documento multitematico, nel quale si trovano numerose FAQ che coprono vari aspetti del mondo di Usenet, delle problematiche di abusi di rete e del difficile rapporto tra i consumatori e il mondo della telefonia. In particolare vorrei segnalare la presenza di una interessante pagina dedicata a come combattere i dialer.

news.admin.net-abuse.email FAQ (http://www.spamfaq.net/)

Una FAQ veramente voluminosa, che tratta tutto quello che occorre sapere per frequentare con gusto il principale newsgroup dedicato alla lotta antispam. Gli argomenti trattati vanno dalle tecniche usate contro gli spammer, alle considerazioni etiche e legali, a varie altre informazioni per capire meglio chi sono gli spammer, alle particolarità del newsgroup news.admin.net-abuse.email, senza omettere qualche piccolo aspetto di folklore (che nel mondo antispam non manca). Da non perdere.

The Net Abuse FAQ (http://www.cybernothing.org/faqs/net-abuse-faq.html)

Molto puntuale nel chiarire tantissimi dubbi in materia di spam su Usenet, junk e-mail, comportamenti da tenere, iniziative in corso per combattere lo spam.

Munging FAQ (http://members.aol.com/emailfaq/mungfaq.html)

Questa FAQ riguarda le modalità con cui alterare il proprio indirizzo di email nei post su newsgroup. Si tratta di una pratica che tantissimi utenti correntemente adoperano, non tutti comunque avendo chiari gli inconvenienti delle varie possibili soluzioni. Pertanto, prima di decidere se e come alterare l'indirizzo è molto consigliato leggere questa FAQ.



Indice    << Precedente    Successiva >>

Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2004

Leonardo Collinelli

e-mail